Ogni persona per ciò che è nel rispetto della libertà, della dignità e dei diritti

Legge 180/78

“La follia è una condizione umana. In noi la follia esiste ed è presente come lo è la ragione. Il problema è che la società, per dirsi civile, dovrebbe accettare tanto la ragione quanto la follia, invece incarica una scienza: la psichiatria, di tradurre la follia in malattia allo scopo di eliminarla.
Il manicomio ha qui la sua ragione d’essere.”

Franco Basaglia

 

 

 

In occasione del trentennale della Legge 180/78 l’associazione ha promosso il convegno per sottolineare i bisogni degli utenti dei servizi psichiatrici.
Si è evidenziato che il portatore di disagio mentale ha bisogno non solo di cure mediche ma anche dei diritti di cittadinanza. Quali? Diritto al lavoro, alla casa, alle relazioni affettive, ad una vita conforme alle attitudini e potenzialità soggettive.

La salute mentale ed il benessere mentale sono fondamentali per la qualità della vita e della produttività degli uomini, delle famiglie, delle comunità e delle nazioni.

Helsinki, Gennaio 2005 (firmato da 52 stati europei)

Precedente Utenti, familiari e associazioni si confrontano con il piano Regionale Salute Mentale Successivo Servizi psichiatrici e Associazioni in Lombardia: Risorse, Modelli e strategie